Casa / Considerazioni economiche e rendimenti

Considerazione economica

caldaia fotovoltaica vs caldaia elettrica classica

risparmio di circa 250 € all'anno
rendimento annuo del 23% circa
Breve periodo di ammortamento, solitamente da 3 a 5 anni.
Riduci i costi dell'acqua calda fino al 100%

La caldaia fotovoltaica genera fino al 100% del fabbisogno di acqua calda utilizzando l'elettricità fotovoltaica. Poiché il sole non ti invia la bolletta, puoi ridurre quasi completamente i costi di gestione per il riscaldamento dell'acqua calda. Il testo che segue descrive un'analisi economica semplificata delle caldaie o degli elementi riscaldanti fotovoltaici.  

La classica caldaia elettrica è solitamente il maggior consumatore di energia elettrica in casa. Prende l'energia per la preparazione dell'acqua calda dalla rete elettrica. A seconda del fabbisogno di acqua calda, la quantità di energia può variare a seconda dell'utente. In genere sono necessari circa 3 kWh di elettricità al giorno. Ciò corrisponde a circa 50 litri di acqua calda al giorno o 1.095 kWh di elettricità all'anno. Con un prezzo medio dell’elettricità di 0,30 €/kWh, i costi annuali di produzione dell’acqua calda sono di 328,50 €.

La caldaia fotovoltaica trae l'energia per la produzione di acqua calda principalmente dall'energia del sole. I moduli fotovoltaici collegati direttamente alla caldaia generano energia elettrica, che viene convertita in acqua calda nella caldaia tramite un elemento riscaldante.

Se ad esempio si collegano due moduli fotovoltaici standard con una potenza massima di 400 Wp ciascuno (0,8 kWp di potenza fotovoltaica totale) ad una caldaia, in una giornata soleggiata genereranno circa 0,8 kWh di energia all'ora. Se quel giorno il sole splendesse per 4 ore, i moduli fotovoltaici produrrebbero 3,2 kWh di elettricità (4x 0,8 kWh). Per quella giornata viene coperto l'intero fabbisogno elettrico della caldaia. Non è necessario prelevare elettricità dalla rete e hai ridotto i costi dell'elettricità del 100%.

Poiché il sole non splende tutti i giorni dell'anno, l'acqua deve essere riscaldata, ad esempio, nelle giornate molto nuvolose. Ciò può avvenire tramite la rete elettrica o, ad esempio, tramite un impianto di riscaldamento esistente a gas, gasolio o pellet.

L'esperienza e le simulazioni dimostrano che, a seconda del comportamento dell'utente, con il boiler fotovoltaico i costi energetici per la preparazione dell'acqua calda si riducono di circa il 75%. In altre parole: nel corso dell'anno circa il 75% dell'energia necessaria viene fornita gratuitamente dai moduli fotovoltaici. Secondo l’esempio precedentemente calcolato, il risparmio economico di una caldaia fotovoltaica rispetto alla classica caldaia elettrica è di 246 euro all’anno.

Contabilità dei costi:

Viene quindi effettuato un calcolo della redditività per determinare il periodo di ammortamento in anni e il rendimento annuale.

Costo caldaie ibride fotovoltaiche: 699€
Costo di 2 moduli fotovoltaici da 400 Wp ciascuno: €220
Costo cavo: 50€
Costo della sottostruttura: €100
Costo totale: 1.069 €
Risparmio annuo: 246€
Periodo di rimborso: 4,35 anni

Periodo di ammortamento = investimento/risparmio = 1.069 € / 246 € = 4,35 anni

Rendimento = risparmio * 100 / investimento = 246 € * 100 / 1.069 € = 23%

Il periodo di ammortamento in questo esempio è di 4,35 anni. Trascorso questo tempo, avrai risparmiato il tuo investimento iniziale e ora potrai utilizzare l'acqua calda gratuitamente. Il rendimento del tuo capitale investito è del 23%!

Ulteriori risparmi: immissione in eccesso nella rete elettrica

un risparmio di circa 400€ all'anno
rendimento annuo del 24% circa
Breve periodo di ammortamento, solitamente da 3 a 5 anni.
circa 580 kg di risparmio di CO2 all'anno

Nelle giornate particolarmente soleggiate, quando ad esempio a mezzogiorno la caldaia è già completamente riscaldata, è possibile immettere l'elettricità in eccesso direttamente nella rete elettrica domestica utilizzando l'apparecchio di commutazione fothermo in combinazione con un micro inverter FV.

Nell'esempio sopra riportato, la caldaia è stata completamente riscaldata dopo 4 ore di sole. Con l'immissione in eccesso di energia elettrica potete immettere nella vostra rete domestica la corrente fotovoltaica generata per il resto della giornata. In questo esempio ridurresti i costi dell’elettricità di altri 50 € all’anno.

Se vuoi ridurre ancora di più i costi dell'energia elettrica, puoi utilizzare quattro moduli fotovoltaici invece di due. Questo vi dà il vantaggio che l'acqua calda viene riscaldata in modo affidabile anche nelle giornate molto nuvolose e che potete immettere più elettricità in eccesso nella vostra rete domestica. L’analisi economica quindi si presenta così:

Costo caldaie ibride fotovoltaiche: 699€
Costo 4 moduli fotovoltaici da 400 Wp ciascuno: 440 €
Costo cavo: 70€
Costo della sottostruttura: €160
Costo del cambio dispositivo 169€
L'inverter fotovoltaico Mirkro costa 149€
Costo totale: 1.687 euro

Risparmio annuo - Caldaia: 246€
Risparmio annuo – surplus feed-in: €143
Risparmio totale: 406€
Periodo di rimborso: 4,15 anni

Periodo di ammortamento = investimento/risparmio = 1.687 € / 406 € = 4,15 anni

Rendimento = Risparmio * 100 / Investimento = 406 € * 100 / 1.687 € = 24%

In questo esempio risparmi ogni anno 406 € sui costi dell'elettricità. In molti casi si tratta di circa il 50% dei costi annuali dell’elettricità. Dopo circa 4 anni, i costi di investimento originali saranno stati ripagati e potrai utilizzare l'acqua calda e l'elettricità gratuite che produci tu stesso. Il rendimento del tuo capitale investito è del 24%! Inoltre risparmierai circa 590 kg di CO2 rispetto all'elettricità del mix elettrico tedesco (2022).